vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Morra De Sanctis appartiene a: Regione Campania - Provincia di Avellino

La guglia di San Rocco

Venne portata a termine intorno al 1852. Il lavoro fu offerto gratuitamente dai popolani. Le pietre furono prese da una cava nella campagna di Morra. Il monumento costò 341,96 ducati. La base quadrangolare ha ogni lato di m. 6,50, l’altezza del monumento, compresa la statua è di m. 16,08, altezza della sola statua m.2,80.
La statua è opera dello scultore Gennaro Calì di Napoli e gli fu commissionata dal re Ferdinando II in persona. Poiché mancava una strada adeguata, fu trasportata a Morra con un traino soltanto nel 1880, quando fu costruita la strada nuova.
Il terremoto del 23 novembre 1980 fece girare la statua sul suo asse. Fu necessario restaurare l’obelisco. Il parroco don Raffaele Masi s’impegnò affinché il monumento fosse smontato e ricostruito di nuovo con una anima di cemento armato. In tempi antichi mancava la scaletta di ferro che, partendo da metà altezza della guglia arriva fino alla statua. La piattaforma su cui posa San Rocco è circondata da una loggetta in ferro, che prima non c’era. Fu costruita già prima della seconda guerra mondiale, ritenendo pericoloso pitturare la statua senza protezione.